« Indietro

Una Finestra sul Nord 11-13 dicembre – Firenze

Si apre per la settima volta Una Finestra sul Nord che porta il cinema finlandese a Firenze all'interno della 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze. Anche quest'anno un programma ricco di film sia per grandi sia per piccoli e tanti interessanti ospiti. La rassegna partirà giovedì 10 dicembre con un aperitivo nordico organizzato all'Andersen Café (Via Borgo Santa Croce 21r, Firenze).


PROGRAMMA


VENERDÌ 11 DICEMBRE
Ore 18.30 Koirankynnen leikkaaja, Dog Nail Clipper
regia di Markku Pölönen
con Peter Franzén, Taisto Reimaluoto, Ahti Kuoppala
(Finlandia 2004, 100’)

Film vincitore di 5 statuette Jussi, fra cui il premio per miglior attore protagonista a Peter Franzén, basato sull’omonimo romanzo di Veikko Huovinen, racconta la storia di un caporale ferito alla testa nella seconda guerra mondiale, un invalido mite e smarrito, alle prese con un cane dalle unghie troppo lunghe e con sogni tormentati. “Il film è un racconto di sopravvivenza… Pölönen dà il meglio di sé sullo stesso terreno che Huovinen predilige come scrittore: nel descrivere la natura umana e i personaggi con comprensione, con gentilezza, con rispetto” (Peter von Bagh). Sarà presente l’attore protagonista Peter Franzén.

ore 21.30 Un saluto dell’Ambasciatore della Finlandia Janne Taalas
Tumman veden päällä, Above Dark Waters
regia di Peter Franzén
con Olavi Angervo, Matleena Kuusniemi, Milja Tuunainen, Samuli Edelmann, Ismo Kallio, Marja Packalén, Peter Franzén
(Finlandia 2013, 108’)

Il film basato sul romanzo autobiografico del regista è ambientato negli anni ’70, in Lapponia, e racconta l’infanzia del piccolo Pete all'ombra dell'alcolismo del patrigno. Il film riesce a trasmettere i valori positivi della riuscita nella vita grazie al sostegno degli adulti vicini, in questo caso i nonni che hanno un ruolo centrale nella famiglia: la loro saggezza tiene i bambini lontani dai cattivi pensieri. Il sostegno della famiglia donerà a Pete il coraggio di andare avanti e di guardare le cose con i propri occhi. Sarà presente il regista Peter Franzén.

SABATO 12 DICEMBRE
Ore 16.00 Oppipoika, The Disciple
regia di Ulrika Bengts
con Erik Lönngren, Patrik Kumpulainen, Niklas Groundstroem
(Finlandia 2013, 93’)

Il film è ambientato nell’estate del 1939, quando il 13enne Karl arriva su una remota isola del Mar Baltico per lavorare come assistente del custode del faro, Hasselbond. Hasselbond, però, lo rifiuta a causa della sua giovane età. Karl cerca disperatamente di tenere duro e fare amicizia con l’oppresso figlio di Hasselbond, Gustaf, ma la loro amicizia diventa rivalità e odio quando Hasselbond inizia a preferire Karl a suo figlio. Premiato nel 2013 come miglior film nella sezione Alice nella città del Festival Internazionale del Film di Roma. Sarà presente il produttore Mats Långbacka.

Ore 18.30 Esibizione di giovani atleti del Circolo Scherma Firenze Raggetti

a seguire Miekkailija, The Fencer
regia di Klaus Härö
con Märt Avandi, Ursula Ratasepp, Hendrik Toompere
(Finlandia, Estonia, Germania 2015, 93')

In anteprima nazionale il film, candidato finlandese agli Oscar, che narra la storia vera e travagliata di un atleta schermista, Endel Nelis, che per fuggire alla polizia segreta si ritrova a fare l'insegnante in una piccola scuola a Haapsalu nell'Estonia sovietica e pur sapendo di rischiare il proprio futuro fa appassionare un gruppo di bambini al bellissimo sport (e arte) della scherma. Il film è adatto a tutta la famiglia. Sarà presente Peeter Nelis, il figlio di Endel Nelis.

Ore 21.30 Mielensäpahoittaja, The Grump
regia di Dome Karukoski
con Antti Litja, Mari Perankoski, Iikka Forss
(Finlandia 2014, 104')

Il film, ispirato agli omonimi romanzi di successo di Tuomas Kyrö, raccont la testardaggine di un uomo, anziano e poco propenso a scendere a compromessi con lo stile di vita odierno, che viene messa a dura prova dall’improvvisa coesistenza con la nuora, una donna dalla mentalità moderna. Mielensäpahoittaja è una storia toccante e divertente, in qualche punto anche tragicomica sugli scontri e sulle differenze generazionali e sulla nostalgia del passato quando tutto sembrava essere meglio.

DOMENICA 13 DICEMBRE

Ore 14.30 Iris, Iris
regia di Ulrika Bengts
con Agnes Koskinen, Tobias Ziliacus, Maria Salomaa, Magnus Krepper
(Finlandia 2011, 84')

Siamo nel 1890. Iris ha otto anni e vive a Stoccolma con sua madre, artista. Iris è precoce e sa come comportarsi in società. Si sente a casa tra gli amici di sua madre, artisti moderni. La bambina aspetta una grande avventura: la mostra di Ester a Parigi. Il giorno della partenza, Iris scopre con sconcerto che non andrà con sua madre a Parigi. Iris viene inviata via nave alle isole Åland, un luogo che non conosce assolutamente ma dove scoprirà le sue radici e potrà essere la bambina che non è stata. Il film è adatto a tutta la famiglia. Sarà presente il produttore Mats Långbacka.Martedì 10 dicembre alle 16.00

Ore 16.00 Muumit Rivieralla, Moomins on the Riviera
regia di Xavier Picard e Hanna Hemilä
con Maria Sid, Alma Pöysti, Kris Gummerus, Mats Långbacka
(Finlandia/Francia 2014, 79')

I buffi Mumin partono per un viaggio verso la Riviera, dove la loro tenera ingenuità è messa a dura prova dal glamour e dalle abitudini dei ben più moderni abitanti del luogo. La giovane Grugnina viene insidiata da un playboy, Papà Mumin fa amicizia con un aristocratico e comincia a darsi delle arie, mentre Mamma Mumin, infastidita, va a vivere sotto una barca in attesa che i suoi familiari tornino in sé. L’equilibrio della mitica famiglia Mumin è davvero in crisi. Il film tratto dalla fortunatissima serie dei Mumin, creata da Tove Jansson nel 1945, è un divertente e coloratissimo film d’animazione per grandi e piccini.

Programma completo
Ulteriori informazioni: unafinestrasulnord.firenze@gmail.com, facebook/unafinestrasulnord