« Indietro

Roma, Accademia Nazionale di San Luca, 28 maggio 2014 – Raili and Reima Pietilä. Unsettled Architecture



International seminar

"Raili and Reima Pietilä. Unsettled Architecture"

Accademia Nazionale di San Luca, piazza dell'Accademia di San Luca, 77 - Roma

wednesday 28 May 2014, 16 - 19






Reima Pietilä (1923-1993) è uno dei maggiori protagonisti del Modernismo Nordico. La sua ricerca, condotta con la moglie Raili, si distingue fin dai primi passi per la volontà di sperimentare linguaggi alternativi a quelli del movimento moderno e del razionalismo internazionale. Il suo pensiero e la sua opera hanno posto a fondamento una acuta percezione della natura e l’attenzione delle relazioni che l’uomo sapeva costruire con il suo contesto. L’interesse della cultura italiana per la sua opera può ritenersi costante, a partire da Bruno Zevi, Manfredo Tafuri e Paolo Portoghesi. Tafuri lo ha assimilato a Jørn Utzon e Eero Saarinen,  nella categoria della ‘opposizione neurotica all’International Style’. Pietilä è stato l’unico componente finlandese del Team 10. Da qui derivano gli stretti legami con Giancarlo De Carlo e la rivista ‘Spazio & Società’.

Oggi c’è un rinnovato interesse per l’opera di Raili e Reima Pietilä da parte delle giovani generazioni di ricercatori.

La giornata di studio si propone di discutere l’attualità del messaggio e dell’opera del maestro finlandese, con un particolare interesse per le relazioni con l’Italia e con gli architetti italiani.








L’iniziativa è parte di un più ampio programma culturale che mira a promuovere – sotto la sigla di ‘Nordic Talks /Conversazioni Nordiche’ – nuovi studi sulle relazioni tra le cultura architettoniche dell’Italia e dei Paesi Nordici. ‘Nordic Talks’ è un progetto coordinato dall’Università Politecnica delle Marche con la Aalto University, il Royal Institute of Technology di Stoccolma, l’Istituto svedese di studi classici a Roma.










Reima Pietilä (1923-1993) is one of the most important characters of Nordic modernism. Pietilä was from the very start of his career an experimentalist and a researcher of alternative ways of architecture. In Italy, Bruno Zevi started to follow Pietilä´s work early and after him Manfredo Tafuri and Paolo Portoghesi. Tafuri coined Pietilä together with Jörn Utzon and Eero Saarinen into the category of “neurotic opposition of the International Style”. Pietilä was the only Finnish member of the International Team 10, this created a strong link with Giancarlo De Carlo and the magazine 'Spazio & Società'.

Today there seems to be a new interest on the work of Raili and Reima Pietilä by the young generation of researchers. The seminar aims to discuss the value and the legacy of Pietiläs’ work.







The seminar continues the cultural program – named ‘Nordic Talks/Conversazioni Nordiche’ – aimed to promote new researches on the mutual relations and exchanges between Italian and Nordic architectural culture. ‘Nordic Talks’ is coordinated by Università Politecnica delle Marche with the Aalto University in Helsinki, the Royal Institute of Technology in Stoccolma, the Swedish Institute of Classical Studies in Rome.







www.accademiasanluca.eu





info: a.alici@univpm.it; aino.niskanen@aalto.fi




Programma /program



16,00

Paolo Portoghesi, President Accademia Nazionale di San Luca



Francesco Moschini, Secretary General Accademia Nazionale di San Luca



Petri Tuomi-Nikula, Ambassador of Finland






 

Introduction



Antonello Alici, Università Politecnica delle Marche



Aino Niskanen, Aalto University



Fabio Mangone, Università di Napoli ‘Federico II’







 

Pietilä abroad. Contextual approach



Aino Niskanen, Aalto University






 

Pietilä and architectural debates



Kristo Vesikansa, Aalto University






 

Reima Pietilä: from the sketch to the architecture



Andrea Nastri, Università di Napoli 'Federico II'







 

The form in Dipoli



Moisés Royo Màrquez, Universidad Politécnica de Madrid






 

18,30



Discussion